Translate

martedì 4 giugno 2013

Tickling, il solletico erotico che stimola il desiderio sessuale..



„Il solletico languido ha origini antiche ed è capace di stimolare il desiderio del partner attraverso gesti lenti e delicati“Sfiorar alcune zone del corpo, accarezzarle con l’intervallo bramoso che racconta alla pelle deisderi ancora taciuti, scatena una sensazione tattile talmente soggettiva che, se in alcuni aizza un’euforia rabbiosa, in altri friziona l’eros e promette scintille. Non chiamatelo ‘solletico’, termine che va relegato nel ricordo di un’infanzia birbante, tra ragazzini pestiferi che torturavano il malcapitato di turno e impacciati corteggiatori di donzelle smorfiose, la cui attenzione si catturava ricorrendo all’odioso espediente.
Adesso è del ‘tickling’ che si discute, un pizzicorino tutto amoroso che in comune con la pratica puerile ha solo il gesto e il modo di eseguirlo, oltre ad una buona dose di confidenza necessaria per evitare scatti di cianotica violenza.
L’obiettivo di questa specie di grattino erotico è quello di scatenare il desiderio con gesti lenti e morbidi, con le dita, ma anche con oggetti che la fantasia sceglie come ideali promotori per propositi allusivi: piume, spazzole, forchette, penne biro, spazzolini da denti, foglietti di carta piegati come origami…Tutto si presta a diventare il canale del piacere, per disinibire con la scusa delle risate ed eccitare con la scusa di giocare, soprattutto quando coinvolgono mani e piedi, che sembrano essere i punti piu sensibili.
Tanti sono i cultori della pratica del tickling, persino l’imperatrice russa Caterina la Grande, una delle donne più spregiudicate della storia, si faceva sfiorare dai servitori con ventagli di piume, a conferma che “la zarina è stata la più grande fan del moderno tickling”, come racconta  l’antropologa Betony Vernon nel suo libro “The Boudoir Bible: The Uninhibited Sex Guide for Today”.
Ma non è detto che il passaggio dalla superficie del solletico al ‘calore’ delle lenzuola sia automatico, motivo per il quale è sempre meglio non affidare a questo gesto la speranza di far scattare una gaudente passione.

Nessun commento:

Posta un commento