Translate

lunedì 1 aprile 2013

Fantasie sessuali, importante parlarne nella coppia.



Le fantasie sessuali animano da sempre la vita delle persone, sono un buon modo per attivare l’eccitazione nell’autoerotismo, aiutano nella relazione di coppia stabile o nelle situazioni in cui si vorrebbe fare sesso, ma siamo in difficoltà a far partire l’erezione o la lubrificazione, danno un supporto quando durante il coito uno dei due sente di avere una perdita delle sensazioni che conducono all’orgasmo. Spesso le fantasie sessuali occupano la nostra attenzione allontanando i pensieri collegati all’ansia da prestazione, servono per distrarre dalle paure che si presentano prima o durante la sessualità e che hanno il potere di farci precipitare nell’incompetenza sessuale.

Vedere immagini, sentire parole, muovere la fantasia, creare scenari, possono essere azioni che proteggono la sessuale. Ci sono opinioni contrapposte sulla valutazione se sia meglio l’immaginario sessuale, le fantasie, piuttosto che fare ricorso alla pornografia? Alcuni sessuologi sostengono che sia meglio creare da noi le fantasie e motivano questo parere con dati interessanti. Primo perché l’immaginario che costruiamo rubando al sociale, alle emozioni che si sono create dentro di noi durante piacevoli esperienze sessuali, a volta anche con il/la partner con cui stiamo facendo l’amore, possono rendere le fantasie come un vestito su misura e non essere generiche. L’altro aspetto è che può essere oggetto della nostra fantasia anche il nostro modo di fare l’amore nei momenti migliori, per cui si nutre la relazione senza astrarsi troppo e senza produrre troppe scissioni rispetto al rapporto che stiamo vivendo.

Le fantasie possono restare nella nostra testa o essere condivise con la persona con cui stiamo sperimentando la sessualità, sia raccontando le fantasie, sia chiedendo di animarle nella sessualità di coppia. La narrazione è un modo di coinvolgere l’altro/a, per fare capire anche le forme del nostro desiderio sessuale, cosa lo anima e cosa lo spenge. La narrazione può essere fatta fuori dal momento sessuale per creare eccitazione o durante per sostenere la propria eccitazione o quella del/della partner. Trasformare la fantasia in gesti e atteggiamenti sessuali ha bisogno di una maggiore complicità, vuol dire raccontare e poi proporre che accada come possono essere le fantasie di essere sculacciati, sottomessi, vestiti in modo particolare, esposti allo sguardo dello specchio o della finestra,, oppure pensando che l’altra persona voglia fare particolari pratiche sessuali e proporle. La cosa importante è non costringere mai ad atti sessuali indesiderati.

Se la fantasia viene raccontata o si chiede di fare quello che si è immaginato può rappresentare anche un motivo di scontro nella coppia dato che il/la partner potrebbe sentirsi ferito/a dai pensieri del partner e ritenere che sia perverso, troppo fissato con alcuni comportamenti, non sano nel vivere la sessualità. Se si vuole condividere le fantasie bisogna avere una buona conoscenza della persona con cui stiamo facendo sesso e/o amore e saggiare la reazione con piccoli saggi di prova. Oggi si usa molto scambiare per email, chat, fantasie sessuali con persone in parte sconosciute o per fare agganci o per sollecitare un interesse. Spesso si fa per sembrare disinvolti, più spesso al femminile per essere considerate erotiche, interessanti, disposte sessualmente.

Il sesso diventa al femminile un richiamo per fare amicizia, per stabilire legami, per trovare una persona che possa piacere per fare una storia. Spesso però soprattutto se è eccessiva la spregiudicatezza sessuale, può determinare , al momento in cui si stabilisce di incontrarsi dei problemi di relazione, delle delusioni e delle difficoltà. Avere fantasie è sempre interessante, il tipo di fantasie ha un significato, per come si ripetono copioni che hanno al centro comportamenti, passivi, attivi, di sottomissione, di prevaricazione. Se le fantasie sono l’unico modo per accendere la sessualità dobbiamo preoccuparci perché il sesso non riesce ad essere acceso dalla relazione, come è meglio chiedere un parere se la fantasia è sempre la stessa e attesta una rigidità del nostro desiderio.

Nessun commento:

Posta un commento